Comunicazione evento

Ciao a tutti, 

siamo felici di invitarvi domenica 5 dicembre 2010 alla giornata dedicata al IV Dies Natalis di Don Angelo Cassani.

Il tema di quest’anno sarà “Paternità: quello sguardo che dà consistenza all’uomo”. 

Abbiamo il piacere e l’onore di avere con noi Don Massimo Camisasca che affronterà la questione sia parlandoci del suo rapporto di amicizia con Don Angelo sia riflettendo sulla propria esperienza, come viene narrata nel suo ultimo libro “Padre. Ci saranno ancora sacerdoti nel futuro della Chiesa?”.

L’incontro con Don Massimo sarà un’ottima occasione per capire cosa consente all’uomo di affrontare la realtà con speranza e certezza.

 

AGENDA

ore 15.00 – benedizione affresco dedicato alla Salve Regina in via Dante, Jerago in memoria di Don Angelo Cassani e Carlo Mastorgio

ore 15.30 – ritrovo in Chiesa Restaurata, piazza San Giorgio, Jerago per l’incontro/testimonianza con Mons. Massimo Camisasca, superiore della Fraternità sacerdotale San Carlo

ore 18.00 – S.Messa presso la Chiesa Parrocchiare San Giorgio di Jerago

ore 19.30 – cena con pizza presso la Chiesa Restaurata di Jerago (Per ragioni organizzative vi chiediamo di segnalarci chi si fermerà per la pizza)

 

Nella prossima email vi invieremo anche la locandina della giornata, in modo che possiate invitare anche amici e conoscenti!

Intanto grazie per la vostra attenzione!

A presto,

 

Anna, Eleonora, Marco

Pubblicato da weissewand

Laureato in filosofia con indirizzo storico all’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Lettore onnivoro. Appassionato di cinema dall’adolescenza, ho scoperto la critica cinematografica grazie alla Nouvelle Vague francese. Promotore di blog e coordinatore editoriale del sito Storia dei Film per quasi un decennio. Vivo in quell’angolo di mondo tra Milano e il lago Maggiore a pochi km dal confine svizzero patria dei miei avi, scultori e mastri comacini originari del mendrisiotto (Castel San Pietro - Ticino), scesi qualche secolo fa nella Valle dell’ Arno a Solbiate, frazione Monte, per affrescare la chiesa di Sant’ Agata e ivi rimasti. La mia famiglia è stata poi legata per un secolo ad un’ importante attività industriale di tessitura nel mio paese di residenza, attività nella quale ho avuto il primo contatto con il mondo del lavoro. Attualmente lavoro come impiegato amministrativo in una ditta metalmeccanica legata all’edilizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: