Presentazione al pubblico del libro Le ricette della Nonna – Jerago- 14 Ottobre 2000

Tratto da Un popolo in cammino – Febbraio 2001

 

Carissimi,

tutti dobbiamo gratitudine ad Anselmo Carabelli, in particolare devo ringraziarlo personalmente per il dono che ha fatto alla parrocchia e per la sua passione per il recupero e la valorizzazione della storia che ha forgiata la nostra vita. Spesso dimentichiamo che ci è stata consegnato un testimone per continuare la nostra personale corsa investendo il passato di creatività perché non abbiamo ad essere “stucchevolmente” ripetitivi.

E’ creativo chi ha presente il passato!

Spesso noi crediamo che solo cancellando ciò che ci ha anteceduto siamo liberi creatori.

Non ci accorgiamo che solo ricordando viviamo grati per la sapienza storica, dignitosi per l’appartenenza ad essa e creativi perché continuiamo la presenza laboriosa dei nostri cari con le caratteristiche, doti ed intelligenza di ognuno di noi.

Per questo il grazie a lui e a tutti coloro che ci aiutano a vivere con gratitudine senza presunzioni.

 

Con affetto

Don Angelo

Di seguito riportiamo il video della presentazione del libro Le Ricette della Nonna di Anselmo Carabelli con Enrico Riganti, svoltasi il 14 ottobre 200 presso il teatro Auditorium di Jerago

Presenta la serata il prof. Franco Delpini, intervengono oltre agli autori, l’assessore alla cultura prof.ssa Patrizia Panzeri e don Angelo Cassani, parroco di San Giorgio in Jerago

fonte: blog di Anselmo Carabelli sulla storia di Jerago con Orago – https://anselmocarabelli.wordpress.com

Pubblicato da weissewand

Laureato in filosofia con indirizzo storico all’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Lettore onnivoro. Appassionato di cinema dall’adolescenza, ho scoperto la critica cinematografica grazie alla Nouvelle Vague francese. Promotore di blog e coordinatore editoriale del sito Storia dei Film per quasi un decennio. Vivo in quell’angolo di mondo tra Milano e il lago Maggiore a pochi km dal confine svizzero patria dei miei avi, scultori e mastri comacini originari del mendrisiotto (Castel San Pietro - Ticino), scesi qualche secolo fa nella Valle dell’ Arno a Solbiate, frazione Monte, per affrescare la chiesa di Sant’ Agata e ivi rimasti. La mia famiglia è stata poi legata per un secolo ad un’ importante attività industriale di tessitura nel mio paese di residenza, attività nella quale ho avuto il primo contatto con il mondo del lavoro. Attualmente lavoro come impiegato amministrativo in una ditta metalmeccanica legata all’edilizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: