Benedetto XVI – Dono di Dio alla Sua Santa Chiesa

fonte immagine: chiesadimilano.it

Pubblicato su “Un popolo in cammino” – anno 2005

Carissimi, dobbiamo essere grati al Signore che ci ha donato attraverso il Suo Santo Spirito il Papa, pastore universale della Chiesa che sta riportandola alla chiarezza che parla ad ogni uomo.

Forse neppure i cattolici hanno colto il radicale cambiamento che sta avvenendo.

Come sempre i primi ad accorgersi sono proprio i suoi avversari.

Proprio davanti alla Cattedrale di Genova in una loro parziale “notte bianca” organizzata dal Comune, i no global hanno scritto:

“La verità non esiste”

Dire “la verità non esiste” è rivolgersi direttamente a Benedetto XVI che ha fatto del termine verità il suo cavallo di battaglia.

Infatti il Papa non parla di pace, ma di

“Verità della pace”.

Egli non parla di libertà, ma di 

“Verità della libertà”

Sono stati i no global a rendersi conto per primi che un radicale cambiamento è avvenuto nel linguaggio Vaticano, i primi a capire che si tratta di affrontare il Papa come avversario e non come alleato occasionale.

I tempi del pacifismo sono finiti in Vaticano. Assisi non è più Assisi e tutto questo per l’introduzione di una paroletta:

“Verità”

Che ha cambiato l’essenza delle parole riconducendole dal loro livello immanente al loro fondamento trascendente.

Gli avversari hanno capito che questo Papa è avversario ideale e comprende che ciò che è avvenuto proprio con la parola “Verità” ha riportato nell’essenza della Chiesa il linguaggio della Chiesa ed ha ottenuto per questo una comunicazione più profonda sia con coloro che accettano la sua parola comprendendola, sia con coloro che non la accettano eppure anch’essi la comprendono.

Carissimi, il Papa ci invita ad uscire dal nostro modo di sentire la Chiesa e di presentarci al mondo con il volto che in Cristo Gesù, il Padre ci ha donato, senza paure, senza giustificazioni, senza fraintendimenti.

“Chiesa, sii te stessa”

Perché il mondo, ogni uomo, hanno bisogno di riscoprire se stessi e la propria dignità di “Figli di Dio”.

Abbiamo un pastore che cammina davanti a noi per farci la strada.

Don Angelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: