Pentecoste

Fonte immagine: ilgiardinodeiricordi.com

La parola stessa con cui la Scrittura indica lo Spirito Santo, indirizza la nostra meditazione a comprendere chi Egli sia: la parola “Spirito” porta in sé la radice comune alla parola “respiro”, sia in italiano che nella lingua ebraica e greca. Lo Spirito Santo è, dunque, in certo modo, il respiro di Dio. Come per ogni vivente il respiro è il segno della vita, affermare che lo Spirito Santo è il respiro di dio, significa che è, in certo modo, la Sua stessa vita.
Il dono dello Spirito Santo che si celebra in questa festività è, dunque, il dono che Dio ci fa del Suo stesso respiro, della Sua stessa vita.
Egli, che ci ha uniti a Lui nel Corpo del Suo Figlio Gesù unendoci alla Sua Chiesa, anima questo corpo con il Suo respiro.
Come dicevano i Padre della Chiesa, lo spirito Santo svolge nella Chiesa, Corpo di Cristo, un ruolo simile a quello dell’anima, principio di vita nel corpo di ogni vivente.
Questo significa che noi possiamo sentirci pervasi e animati dalla Sua stessa vita. Ormai nulla può farci paura perché in noi scorre il suo stesso soffio vitale. Nella Pasqua il Signore ha veramente portato la nostra umanità ad una condizione nuova e splendida, perché vincendo la nostra debolezza e la nostra morte, ha donato alla nostra carne di respirare Dio, di essere animata dall’ Amore.


Don Angelo

Pubblicato da weissewand

Laureato in filosofia con indirizzo storico all’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Lettore onnivoro. Appassionato di cinema dall’adolescenza, ho scoperto la critica cinematografica grazie alla Nouvelle Vague francese. Promotore di blog e coordinatore editoriale del sito Storia dei Film per quasi un decennio. Vivo in quell’angolo di mondo tra Milano e il lago Maggiore a pochi km dal confine svizzero patria dei miei avi, scultori e mastri comacini originari del mendrisiotto (Castel San Pietro - Ticino), scesi qualche secolo fa nella Valle dell’ Arno a Solbiate, frazione Monte, per affrescare la chiesa di Sant’ Agata e ivi rimasti. La mia famiglia è stata poi legata per un secolo ad un’ importante attività industriale di tessitura nel mio paese di residenza, attività nella quale ho avuto il primo contatto con il mondo del lavoro. Attualmente lavoro come impiegato amministrativo in una ditta metalmeccanica legata all’edilizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: