OTTOBRE – MESE DEL SANTO ROSARIO

fonte immagine: reportageonline.it

Tratto da Un popolo in cammino – Ottobre 2005

Carissimi, 

anche il mese di ottobre è dedicato a Maria con la recita del Santo Rosario.

Riporto qui i pensieri di molte persone innamorate di Gesù attraverso Maria.

“Maria crede anche per noi, per tutte le nostre situazioni impossibili, quando non c’è più nulla che ci persuade; per la persecuzione che soffoca la libertà dei nostri fratelli che ieri cantavano i nostri stessi canti e oggi sono muti”.

(Giorgio Basadonna)

Madre Teresa dell’Eucarestia, dice:

“Gesù, in quest’ora suprema abbiamo bisogno di una madre. Ripeti a Maria ora come allora:

ecco i tuoi figli; perché, Signore, solo con lei ai piedi della nostra croce sapremo come te morire di puro amore”.

Arnaldo di Chartres, dice:

“nel tempio sul Calvario si potevano vedere due altari: uno nel cuore di Maria, l’altro nel corpo di Cristo. Gesù immolava la propria carne e Maria il proprio Spirito”.

Franco Maria Franzi dice:

“l’Ave Maria che ripeto a grappoli nel Santo Rosario è la sintesi della rivelazione; è il piano della storia salvifica, fatto preghiera nel cuore di noi, esuli figli di Eva che, gementi e piangenti in questa valle di lacrime, gridano alla madre: mostraci Gesù benedetto, frutto del tuo grembo”.

Adrienne Von Spejr:

“il Santo Rosario diviene una forma di passaggio dalla semplice preghiera umana alla contemplazione vera e propria. Si comprende, allora, fino a che punto la contemplazione rappresenti una piena attività che si lascia alle spalle le piccole parole di preghiera per penetrare all’interno di una azione più grande che consiste nell’ascoltare Dio rimanendo in silenzio”.

Jean Cantinat:

“Maria appartiene anche al presente, è, in un certo senso, nostra contemporanea e tra Lei, la Madre, e noi suoi figli, esiste tutta una relazione di vita concreta e soprannaturale, in grado di infonderci fiducia e coraggio”.

E, infine, Papa Benedetto XVI che ricorda Maria nel mistero Eucaristico:

“Maria, presente sul Calvario presso la Croce, è ugualmente presente, con la Chiesa e come Madre della Chiesa, in ciascuna delle nostre celebrazioni Eucaristica (Enciclica Ecclesia de Eucaristia). Per questo, nessuno meglio di Lei può insegnarci a comprendere e vivere con fede e con amore la Santa Messa unendoci al sacrificio redentore di Cristo”.

Quando riceviamo la Santa Comunione anche noi, come Maria e a Lei uniti, ci stringiamo al legno che Gesù con il suo amore ha trasformato in strumento di salvezza e pronunciamo il nostro Amore, il nostro Si all’Amore crocifisso e risorto”.

Carissimi, sia la corona del Santo Rosario ad unirsi a Cristo e legandoci a Lui a vivere  nella Carità e nell’Amore.

Con affetto

Don Angelo



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: