Via Crucis – Quaresima 1988 – 2 GESU’ SALE IL CALVARIO PORTANDO LA CROCE

dipinto e foto di Gianfranco Battistella

Pres. : Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo

Tutti: Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Lett.: La croce non gliela gettano sulle spalle. Gesù sa, abbraccia la croce. Si è offerto perché ha voluto.

Egli è il crocifisso: l’uomo della croce.

Da secoli cammina davanti a tutti, con la croce sulle spalle. I suoi nemici lo condannano alla croce: Egli l’abbraccia.

Questo abbraccio trasforma la condanna in una dichiarazione d’amore, il patibolo in sponsali. Per la strada dell’amore Egli vince la nostra tristezza. Il povero che crede non ubbidisce all’uomo. Soffre per l’uomo, ma non è in suo nome che accetta di soffrire. Non si supera la croce, non si evade il dolore: si fugge l’odio e la schiavitù per amore dell’Amore e della libertà.

I santi abbracciano la croce. Molti poveri sono santi: tutti i santi sono poveri. Tu credi di stare bene e non ti accorgi neanche delle tue lacrime. Ti sforzi di non piangere, hai paura di sminuirti agli occhi degli altri se piangi come piangono tutti. Sei condannato a stare bene. Ma il povero ti legge nel cuore. Non è abbagliato dallo splendore delle tue case, né dallo sfarzo dei tuoi vestiti, né dall’abbondanza delle tue cene. Guardandoti negli occhi egli sa le lacrime che ti trattieni a forza. E quando ti serve, quando si china su di te, quando ti dà la sua vita, egli abbraccia non la sua gioia, ma la tua croce. Se le tue ricchezze passano, egli ti ama ugualmente, e quando tutti ti avranno abbandonato, ti sarà vicino sul letto di morte e ti accompagnerà alla sepoltura. E’ l’unico uomo che ti guarda da fratello, che ti perdona da fratello.

Gesù, povero, ti guarda da fratello, ti perdona da fratello.

Pres.:  Tu, o Cristo, subisci la passione e la croce a causa dei peccati dell’umanità.

Tutti: Salvaci per la tua misericordia! 

Pres.: Nella tua croce, o Cristo, tu ci riveli la giustizia divina che nasce dall’amore e nell’amore si compie. 

 Tutti: Salvaci per la tua misericordia!

Pres.: Sul Calvario, o Cristo, tu chiami l’uomo a donare se stesso affinché partecipi alla vita divina.

Tutti: Salvaci per la tua misericordia! 

 

Tutti: Quanto triste e desolata

fosti o Madre benedetta

del Signore mio Gesù.

Santa Madre del Signore

le tue piaghe dolorose

segna tu dentro di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: