Porlezza ti ricorda

Don Angelo Cassani è arrivato in Collegio Arcivescovile S. Ambrogio in Porlezza quando era ancora Diacono, cioè ancora studente di Teologia nel Seminario Pio XI di Vengono Inferiore, e non ancora ordinato Sacerdote. Era una delle prime esperienze da parte dei Superiori di inviare come responsabile in un Collegio chi non era ancora Sacerdote. Lo vedemmo arrivare in Collegio alto, dinoccolato, disinvolto,  deciso, magro come un “grissino”, con occhi penetranti, con voce velata, ma con idee chiare e risolutive.

Si impose con l’entusiasmo giovanile e con l’ardire di un neofita nel grande campo “educativo”. Allora il Collegio S. Ambrogio  era frequentato da 400 alunni. Un vasto campo per un novello educatore: educar i giovani con tutte le loro esigenze affettive, intellettuali e volitive. Don Angelo si preoccupò di incidere valori di vita, con pazienza e con disponibilità di sacrificio. Sarebbe interessante e produttivo al fine del nuovo apostolato, un incontro con quei ragazzi di allora che ora sono dispersi nella vita e nella professione.

Il compito specifico di Don Angelo era quello di assistere i ragazzi come Vicerettore. La responsabilità del Vicerettore esigeva doti particolari di sacrificio, di bontà, di interessamento ai ragazzi; doti di presenza continua in Collegio. “ La realtà fatta di persone vive, di cose concrete, di situazioni quotidiane, di rapporti inevitabili, di lavoro faticoso e dinamico”. (Card. Martini) Dava seri giudizi, scrutava gli animi dei ragazzi, li accompagnava con preoccupazione e con desiderio di incidere nella loro vita; era attento ad ogni situazione, poche cose fuggivano alla sua dinamicità di carattere, alla sua intuizione di vedute e alla sua comprensiva bontà di tratto. Amava la disciplina, non quella imposta da ordini insindacabili, ma quella conquistata dalla evidenza affettuosa dei fatti.

Peccato che la stima dei Superiori l’abbiano trasferito presto, troppo presto a Milano, lo abbiamo tolto da un posto di impegno sacerdotale, dal nostro amato e ricordato Collegio S. Ambrogio in Porlezza.

A don Angelo ora spetta la vostra totale e fattiva collaborazione, i nostri voti augurali e cordiali uniti a tanti complimenti per la buona Parrocchia di Jerago e per la nuova responsabilità di Pastore e di Padre buono. Ai nostri auguri e alle nostre preghiere si uniscono pure gli auguri e i ricordi di quei ragazzi che sono passati in Collegio negli anni belli, sereni e giovanili del 1961 – 1962!

Don Giovanni Villa

Pubblicato da weissewand

Laureato in filosofia con indirizzo storico all’ Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Lettore onnivoro. Appassionato di cinema dall’adolescenza, ho scoperto la critica cinematografica grazie alla Nouvelle Vague francese. Promotore di blog e coordinatore editoriale del sito Storia dei Film per quasi un decennio. Vivo in quell’angolo di mondo tra Milano e il lago Maggiore a pochi km dal confine svizzero patria dei miei avi, scultori e mastri comacini originari del mendrisiotto (Castel San Pietro - Ticino), scesi qualche secolo fa nella Valle dell’ Arno a Solbiate, frazione Monte, per affrescare la chiesa di Sant’ Agata e ivi rimasti. La mia famiglia è stata poi legata per un secolo ad un’ importante attività industriale di tessitura nel mio paese di residenza, attività nella quale ho avuto il primo contatto con il mondo del lavoro. Attualmente lavoro come impiegato amministrativo in una ditta metalmeccanica legata all’edilizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: